Il nopal, (dall’antica lingua nahuatl Nopalli: foglia con frutto, Dopalli: foglie, nochtli: frutta) è una pianta messicana nota come Opuntia, che produce le caratteristiche foglie piatte spinose e un frutto chiamato tuna, in Italia fico d’India.
Le origini del nopal sono antichissime, vi sono tracce della sua presenza in Messico già 20.000 anni fa, quando i nativi erano ancora nomadi cacciatori che integravano la dieta di carne con questo vegetale, e non a caso costituisce uno degli elementi della bandiera messicana.

Le foglie del nopal, accuratamente pulite dalle spine, sono commestibili e rappresentano uno degli ingredienti principali della gastronomia messicana; hanno un gusto e una consistenza simili a quelli dei nostri fagiolini e sono altrettanto versatili.

La foglia del nopal, oltre a essere buona di sapore, è ricca di vitamina A, C, K, B6, magnesio, potassio, manganese, rame, ferro; la tuna, accuratamente sbucciata, è rinfrescantissima, ricca in calcio, potassio e fosforo, vitamina c; sono presenti anche piccole quantità di vitamine del gruppo B e un 15% di carboidrati.
Di seguito due ricette messicane semplicissime, perfette per l’estate, una col nopal (sostituibile con i fagiolini lessati), una con la tuna.

INSALATA DI NOPAL (per 4 persone):

Ingredienti:
6 foglie di nopal grigliate e tagliate a striscioline
2 pomodori a cubetti
1 peperoncino fresco tritato
1 cipolla rossa tritata
coriandolo tritato a piacere
origano a piacere
olio evo
succo di mezzo limone
sale

Preparazione:

Mescolare in una ciotola tutti gli ingredienti, condirli con la salsina di olio, succo, di limone e sale. Lasciar riposare 10 minuti e servire.

BIBITA DI TUNA

Ingredienti:
4 tuna sbucciate
2 limoni
4 cucchiaini di zucchero
2 litri di acqua naturale molto fredda

Preparazione:

tagliare la tuna a pezzetti, cercando di togliere tutti i semi e porla in un frullatore con un litro di acqua. Frullare 30 secondi circa, filtrare poi in una caraffa per eliminare eventuali semi rimasti.
Aggiungere al contenuto della caraffa il rimanente litro di acqua, in cui avremo già mescolato lo zucchero e il succo di limone.
Mescolare con un agitatore e servire, aggiungendo cubetti di ghiaccio in quantità a piacere.

  • Articoli
Residente in Merida, Yucatan, Messico, ma nativa di Corniglio (Pr).Sono un avvocato che ha cambiato direzione. Dopo 22 anni di professione, nel 2014 sono partita per coronare il mio sogno: aprire un ristorante. Chiaramente un ristorante italiano all’estero. Mi piace veicolare la cultura gastronomica italiana, perché è un degno simbolo dello stile di vita del Belpaese. Nel ristorante tengo anche corsi di cucina italiana: e ci tengo anche a spiegare agli avventori il percorso culturale che ha portato alla ricetta che stanno per degustare. Cerco insomma di far sì che ogni visita al mio locale sia un piccolo viaggio in Italia. Cuoco e responsabile marketing presso ristorante di cucina tradizionale italiana “Dal Baffo” in Merida, Yucatan (Messico).