Se si parla di cibo nel cinema a quasi tutti viene in mente la scena di Alberto Sordi nel suo “Un Americano a Romaˮ.

Chi non ricorda la frase “ Macarò… m’hai provocato e io te distruggo, macaroni! Io me te magno!ˮ, con la quale Nando Moriconi assaltava il piatto di pasta lasciatogli dalla madre sul tavolo, dopo aver provato, senza successo, a mangiare un panino con mostarda, yogurt, marmellata, i suoi “cibi americaniˮ.

Ebbene, sarà senza dubbio la scena più ricordata, ma ci sono altri piatti, altri momenti nei quali il cibo accompagna alcuni attimi di film.

E, a volte, quando gli alimenti sono inventati, comunque vengono provati ad essere replicati. In questo senso sono i film definiti “fantasyˮ a dare gli spunti più curiosi.
Vi racconto quali sono quelli che a me vengono subito in mente.

Uno degli esempi più famosi è senza dubbio la Burrobirra che il maghetto Harry Potter e i suoi amici bevono durante la loro permanenza nella scuola magica di Hogwarts.

Si tratterebbe di una bevanda analcolica, dolce, che i ragazzi bevono quando si ritrovano in compagnia.

Una rapida ricerca internet fa vedere quante ricette ci sono per provare a rifare questa bevanda a casa, anche perché non essendoci ricette ufficiali, si può inventare quantità e ingredienti.

Un’altra ricetta famosa è il Lembas che elfi e hobbit del Signore degli Anelli  mangiano durante il loro viaggio per riportare l’anello.

Si tratta sostanzialmente di una galletta molto energetica che viene usata durante i lunghi viaggi per la Terra di Mezzo come razione di emergenza, anche grazie al fatto che, se conservata in maniera adeguata, una galletta di Lembas può mantenersi fresca per settimane. Sono molto belle da vedere perché vengono avvolte in grandi foglie verdi per essere trasportate.

Anche qui le ricette per ricrearle si sprecano, soprattutto tra gli appassionati di giochi di ruolo, che amano riproporre le atmosfere di Tolkien, provando a cucinare il “Pan di Viaˮ, come il Lembas viene chiamato.

Non dimentichiamo poi che il cibo può riportarci indietro nel tempo, può far affiorare ricordi di un’infanzia che pensavamo sepolti dentro di noi. È il caso del film Ratatouille, dove lo chef- topo Remy prepara al severissimo critico gastronomico Anton Ego un piatto di ratatouille che lo riporta letteralmente alla sua infanzia, quando la sua mamma cucinava per lui un cibo similare. E qui si tratta di un piatto relativamente semplice da preparare: è verdura stufata condita con erbe di Provenza e basilico.

Ecco, questi sono i piatti che ricordo con più affetto e che ho provato a replicare portando anche la Burrobirra sul tavolo durante una cena romantica!

Se anche voi avete cibi che associate a film scrivetemi, sarò felice di parlarne con voi.

  • Articoli
Maria Benedetta Errigo da anni fa finta di essere una seria giornalista di politica e attualità, infatti potete trovarla qua e là in giro per il web con articoli impegnati o approfondimenti culturali.Di tanto in tanto pubblica libri horror, tanto per rilassarsi. La sua vera passione, però, è il cibo, infatti le piace tantissimo mangiare oltre che cucinare, e il mondo che ruota attorno alle dinamiche sociali che si instaurano quando qualcuno mangia bene e in compagnia. Vive a Roma e scrive quando i suoi due gatti le lasciano il posto, scendendo dalla tastiera.
  • Stuzzichini per l’aperitivo

    Voglio raccontarvi alcune ricette di stuzzichini da fare con la nostra friggitrice, utilizzando cose che tutti abbiamo in casa e che vanno bene per qualsiasi cocktail, anche con le bollicine…

  • La contraddizione dei pomodori estivi

    Uno dei piatti più gettonati dai romani per l’estate si fa in forno.
    Proprio così, non c’è scampo: per preparare i pomodori col riso contornati da patate bisogna rassegnarsi…

  • Le polpette di Marcell

    A Marcell Jacobs piace l’amatriciana. Queste sono le cose che si vengono a scoprire il giorno dopo che hai fatto l’impresa e alle Olimpiadi di Tokyo hai vinto l’oro nei cento metri. È sempre così…

  • Verdure fritte, ma non troppo

    Oggi vi presenterò un paio di ricette che possono far venire appetito anche a chi è più riottoso nei confronti di alcuni ortaggi…

  • La concia: una bontà del Ghetto

    n piatto che non si può assolutamente mancare di assaggiare se si passeggia per le vie del Ghetto è la concia di zucchine. Di solito viene servita fredda assieme a una focaccia caldissima…

  • Frittate fritte ad aria

    Mi hanno chiesto ultimamente se con la friggitrice ad aria si possono fare frittate. Certo che sì, sono buone, soffici e con meno condimenti apprezzerete di più il sapore della frittata e dei suoi ingredienti…

  • C’eravamo tanto…picchiapò

    Il picchiapò è un piatto della tradizione romana, uno di quelli che trovi più nelle case che nei ristoranti. E la cosa più particolare è che lo conoscete tutti…

  • La minestra di Esaù

    Esaù era il fratello di Giacobbe ed erano i figli di Isacco e Rebecca. Era stato lui a nascere per primo e quindi deteneva il diritto delle primogenitura. Una volta cresciuto, si era dimostrato un bravo cacciatore…

  • Spaghetti cacio e pepe con sorpresa

    Uno dei luoghi di Roma che amo di più è il Ghetto. Appena posso vado a fare una passeggiata da quelle parti, fermandomi di tanto in tanto ad ammirare tutto quello che questo posto può offrire. E sì, parlo anche di maritozzi, food street kosher e tutto il buon cibo che si può trovare nei ristoranti lì presenti. E non solo…

  • Frittelle “arieggiate”

    Confesso che per me il carnevale senza frittelle non è carnevale. Ecco perché ho cercato di vedere se con la mia fida friggitrice riuscivo a riprodurre una ricetta che mi potesse far gustare queste prelibatezze senza andare ad acquistarle…

  • Romantico fritto a San Valentino

    Cosa c’è di meglio che preparare una cena romantica con la nostra friggitrice ad aria calda? Proprio così, si possono preparare piatti deliziosi con piccoli accorgimenti…

  • Chiacchiere e aria fritta

    Mi sono recentemente cimentata con la preparazione delle chiacchiere con la friggitrice ad aria e devo dire che il risultato è stato davvero sorprendente…

  • Dolci in friggitrice

    Avete mai provato a fare i dolci con la friggitrice ad aria? No? Male, perché solitamente i dolci fatti così sono molto soffici e leggeri. Quindi vi inviterei a provare a farne almeno uno per vedere come può venire…

  • Come pulire la friggitrice ad aria

    Una delle cose che mi viene chiesta più spesso riguarda come pulire la friggitrice ad aria, ovviamente sia il cestello estraibile che la parte fissa. E questa è una cosa davvero importante perché è fondamentale mantenerla in buone condizioni per un perfetto funzionamento…

  • Brindando con gli Etruschi

    Ho passato bei momenti col bianco di Pitigliano e il rosso di Sovana, vini che, mi hanno detto, erano bevuti più o meno così anche dagli Etruschi. E mi sono piaciuti così tanto che ho deciso di condividere con voi quel che ho scoperto…

  • Amici con la friggitrice: intervista a Roberto

    Alla fine doveva succedere. Ho stressato talmente tanto gli amici con la mia friggitrice ad aria che moltissimi l’hanno comprata. Il primo in assoluto è stato il mio amico Roberto…

  • Le pastelle per friggere ad aria calda

    Una delle cose che mi viene chiesta più spesso riguarda le pastelle per realizzare qualche piatto particolare, come le alici fritte o i fiori di zucca…

  • Pesce e aria fritta

    Da quando ho la friggitrice ad aria calda consumo più pesce. Probabilmente è solo un’impressione, ma il fatto di poter tranquillamente cucinare il pesce senza sporcare troppo, soprattutto se si tratta di frittura, e senza avere odori insistenti che si propagano dalla cucina…

  • Panini al cioccolato con la friggitrice ad aria

    C’è una ricetta che amo fare, oltre che mangiare: il pane al cioccolato, nello specifico i panini…

  • Come fare il pane con la friggitrice ad aria

    Si può fare il pane con la friggitrice ad aria? Certo che sì, basta solo utilizzare qualche piccola accortezza e possiamo mettere in tavola un pane croccante e saporito…

  • Pasqua con la friggitrice ad aria

    La friggitrice ad aria può diventare un’ottima alleata durante le festività. Per il pranzo di Pasqua oggi vorrei proporvi tre ricette per l’agnello…

  • Friggitrice ad aria: Carta forno sì o no?

    Una delle domande che mi sento più fare più spesso è: “Ma posso usare la carta forno nella friggitrice ad aria? E i contenitori? Magari di alluminio?

  • Stuzzicando con la friggitrice ad aria

    In questi tempi di isolamento forzato, di bambini a casa che non sanno bene cosa fare e che magari sono un po’ innervositi dalla “quarantena”, spesso ci si domanda cosa fare proprio per loro. Ebbene, una cosa stupida, ma che può divertire tanto è cucinare assieme a loro…

  • Metti un horror a San Valentino

    Dal momento che San Valentino fu un vescovo romano del terzo secolo che venne decapitato e flagellato, non sarebbe forse più opportuno festeggiare accompagnando la tua ragazza ad assistere ad un brutale omicidio?

  • Cucinare con la friggitrice ad aria: la carne

    La sento già la vostra domanda: cucinare la carne con la friggitrice? Ma si può? Certo che si può, anzi si deve. Qui parlerò della mia esperienza di cottura carne, e vada sé che ognuno può provare in modo diverso da come ho fatto io…

  • Metti una friggitrice ad aria a Capodanno

    A Capodanno ho deciso di fare conoscere la mia friggitrice a qualche amico da cui ero stata invitata.
    – I fritti li porto io.
    – Ma arriveranno già freddi.
    – Niente paura, li preparo da voi, porto la mia fida friggitrice…

  • I cibi afrodisiaci nell’antica Roma

    Se è vero che “Sine Cerere et Libero Friget Venus” (Senza Cerere e Bacco si raffredda Venere) andiamo a scoprire quali cibi erano considerati afrodisiaci nell’antica Roma…

  • Come mangiare fritto senza olio e vivere senza sensi di colpa.

    Confessatelo: stavate tutti aspettando questo articolo per capire come mangiare fritto buono e croccante e senza olio o quasi. Ricordatevelo questo “o quasi”, perché nella seconda parte dell’articolo tornerà molto utile…

  • Benvenuta, friggitrice ad aria

    E così avete deciso di comprare una friggitrice ad aria calda, incuranti delle prese in giro molto originali “Ah ma ora farai aria fritta?”.
    Bravi, avete fatto benissimo…

  • Come organizzare un banchetto nell’antica Roma

    Siamo soliti pensare ai banchetti romani come a una sorta di mangiata pantagruelica che dura ore e ore, con la gente stesa su una sorta di letto a tre posti, a gustare prelibatezze servite da schiavi.
    Ma è vero tutto questo? Sì e no…