Secondo quanto stabilito nei disciplinari di pasticceria toscana e umbra il berlingozzo è un dolce tipico che ha la forma di una ciambella, ma su un vecchio ricettario vintage mi sono imbattuta in questa ricetta davvero singolare che permette, avendo un po’ di fantasia, di realizzare dei dolci al cucchiaio e monoporzione come questi, da decorare a piacere ed offrire nel giorno del giovedì grasso, chiamato anche “berlingaccio”, dal verbo berlingare, ossia spassarsela a tavola⁽*⁾.

Il clima carnevalesco in cui siamo pian piano entrati anche quest’anno, è sempre un’occasione di sano divertimento, per piccoli e grandi. Basta una mascherina colorata sul volto per tornare quei bambini che siamo stati, oppure rivederci in quelle sugli occhioni felici dei nostri figli. Insomma il Carnevale ha l’effetto di una madeleine sui nostri pensieri, ci ristora e ci distoglie dalla quotidiana routine. Godiamocelo finché dura! Vi lascio qui la ricetta dei “miei” berlingozzi, fatemi sapere come è andata e se vi son piaciuti.

Berlingozzi

Ricetta da La buona cucina casalinga -1000 ricette di Frate Indovino

Si scioglie un cucchiaino di amido (di mais) in ¼ di latte tiepido insieme a 75 g di zucchero ed un pizzico di vaniglia, così da formare una crema; si lascia cuocere a fuoco moderato per pochi minuti. Si battono poi 4 uova intere e si mescolano –lontano dal fuoco- con la crema.

Si versa l’impasto in uno stampo imburrato (oppure in cocotte monoporzione), si spolverizza con polvere di biscotto e si cuoce quindi a bagnomaria, finché non abbia acquistato una certa consistenza.

⁽*⁾ da Wikipedia.

  • Articoli
“Le carote sono cotte” è la metafora gastronomica che ho scelto nella mia bio sui Social, a significare quante cose si possono dire parlando di cibo. Non sono chef, ma piuttosto sperimentatrice,d’altro canto cosa può fare in cucina una Biologa che si occupa di corretta alimentazione tutto il giorno? Troverete i risultati nel mio Blog GiocaSorridiMangia.
  • Carnevale ad “effetto”!

    Il berlingozzo è un dolce tipico che ha la forma di una ciambella, ma su un vecchio ricettario vintage mi sono imbattuta in questa ricetta davvero singolare che permette, avendo un po’ di fantasia, di realizzare dei dolci al cucchiaio e monoporzione…

  • LE MILLE ALGHE BLU. Un tuffo dentro i Novel Food di sempre

    Oggi parliamo delle alghe, che entrano nei nostri piatti (e nei nostri cosmetici) con una certa disinvoltura, ma anche con tante proprietà; siamo sicuri di conoscerle?

  • La patata di montagna di Padula ha una marcia in più

    Già al momento della prenotazione eravamo stati informati che il nostro soggiorno sarebbe coinciso con la XIII edizione della Sagra della Patata di Montagna, e ovviamente, era diventato per noi un appuntamento da non perdere…

  • Curcuma: tanto rumore per nulla?

    Il suo colore e il suo gusto esotico ma delicato ne hanno determinato la diffusione e l’utilizzo sin dalla notte dei tempi. Chi è? La curcuma…

  • A qualuno piace caldo… e bollente

    Siamo fatti d’acqua per almeno il sessantacinque percento del nostro peso, ma di quanto caffè? Non è una domanda retorica…

  • Se lo mangio, lo posso spalmare in faccia

    Se vale la regola empirica secondo cui “se lo mangio, lo posso spalmare in faccia”, la cosmetologia cinese deve essersi evoluta seguendo la stessa regola…