x5
Settimanale di food & wine: l'appetito vien leggendo
Roberta Libero

Roberta Libero

Mi chiamo Roberta Libero e faccio la cuoca, anche se non è la mia principale occupazione. Sono brava? Non tocca a me dirlo. Bisognerebbe chiederlo a chi ha assaggiato i miei piatti!

Sono nata giusto a metà del secolo scorso, il 19 settembre, segno della Vergine. Un segno che indica ordine, rigore e fantasia. Mi sento di dire che sono più fornita della terza qualità che delle prime due, ma non si può essere perfetti, non sono mica Mary Poppins!

Ho due figli Alessandra e Andrea e due splendidi nipotini, Matilde e Antonio  che è un diavoletto, simpatico, però! Matilde è una bambina dolcissima e tra noi c'è un legame speciale; ci raccontiamo tutti i segreti, facciamo la sfoglia, ognuna col suo mattarello, i biscotti e le torte. Quanto ci piace pasticciare insieme! Lei adora i tortellini e nel mio freezer non mancano mai, fatti in casa, naturalmente, ricetta della bisnonna  Mariuccia!

Gestisco con mia sorella il negozio di oreficeria ereditato dal papà, ma faccio anche la cuoca a domicilio; la mia ditta si chiama “Pane e Companatico”. Il pane è una grande  passione. Lievito madre e farine macinate a pietra lo rendono speciale.

Faccio parte dell'Associazione Nazionale Cuoche A Domicilio. Scrivere è la mia seconda passione; favole, poesie, ricette in rima e racconti tutti o quasi collegati ai piatti della tradizione  e ai ricordi di famiglia.

Venerdì, 01 Luglio 2016

Il racconto di un'esperienza sensoriale e umana con Annie Féolde

Lunedì, 25 Aprile 2016

Intervista alla quarta donna al mondo a ricevere tre stelle Michelin

Mercoledì, 09 Marzo 2016

Da Franco Favaretto al Baccalà Divino a Mestre

Martedì, 10 Novembre 2015

“Non c’è niente di più profondo di ciò che appare superficiale” 

Mercoledì, 22 Aprile 2015

La seconda parte della mia avventura a Vinitaly

 

Martedì, 14 Aprile 2015

A Vinitaly, in viaggio nella magia antica della Basilicata