Gli ultimi pasti celebri

Vi siete mai chiesti quale è stato l’ultimo pasto sulla terra di una celebrità? Forse magari voi no, ma Sarah Lazarovic sì.

Chi è Sarah Lazarovic? Un’illustratrice che ha pensato di fare una ricerca sul tema, dai pasti più semplici a quelli più elaborati insomma, partendo dai fichi che presumibilmente mangiò la regina Cleopatra, al capitano del Titanic Edward Smith , che prima che la nave sbattesse contro all’iceberg riuscì a mangiare una porzione di ostriche alla russa. Per la cronaca, questa era solo una delle dodici portate previste alla tavola del comandante!

L’attore James Gandolfini prima di mancare improvvisamente aveva mangiato gamberetti fritti e fois gras.

Jim Morrison, il cantante scomparso a Parigi nel 1971, fece invece un’ultima cena molto semplice, al contrario di quello che si potrebbe immaginare: pollo in agrodolce e birra.

Per il presidente John Fitzgerald Kennedy, ucciso a Dallas nel novembre del 1963, l’ultimo pasto è stata una colazione: toast, marmellata e uova. Dobbiamo infatti ricordare che il presidente era in visita in un’altra città ed è stato ucciso in mattinata.

Per il cantante John Lennon l’ultimo pasto è stato frugale: un semplice sandwich di carne, niente di più. Anche per un altro cantate, l’indimenticabile Kurt Cobain dei Nirvana morto nel 1994, l’ultimo pasto è stato frugale, per non dire bizzarro: pare infatti che abbia bevuto solo una lattina di birra.

I cantanti rimangono tutti nella zona più bassa di questo grafico: persino Jimi Hendrix pare abbia mangiato un semplice sandwich al tonno.

Beh, quasi tutti: Elvis Presley ha mangiato quattro biscotti e quattro palline di gelato.

Marylin Monroe si attesta nell’angolo più alto della raffinatezza del cibo: pare che lei infatti avesse mangiato funghi stufati e polpette di carne, accompagnati da una buona dose di champagne Dom Perignon.

Altro giro, altro cantante: Frank Sinatra ha mangiato solo del semplice formaggio alla griglia.

La principessa Diana di Inghilterra al Ritz di Parigi mangiò un’omelette e della verdura in tempura, mentre Julia Child, la grandissima cuoca che portò in televisione la cucina si permise un’ ottima cena:una zuppa di cipolle alla francese.

Ed eccoci sul podio della raffinatezza dell’ultima cena: assieme al capitano Smith del Titanic troviamo anche il presidente Abraham Lincoln. Il suo ultimo pasto è stato pollo con le castagne e patate al forno, cavolfiori al formaggio e finta zuppa di tartaruga.

Il raffinatissimo Ernst Hemingway ha mangiato patate al forno e insalata Caesar, mentre l’attore John Candy aveva consumato un semplice piatto di spaghetti.

Martin Luther King fu tradizionale nella sua ultima cena: pollo fritto e pane di mais, due specialità statunitensi.

Anche Michael Jackson è stato molto normale: mangiò infatti pollo grigliato, pane e insalata.

Insomma, alcune sorprese nella frugalità di qualcuno, alcune conferme nella raffinatezza di altri.

Maria Benedetta Errigo

Autore: Maria Benedetta Errigo

Maria Benedetta Errigo da anni fa finta di essere una seria giornalista di politica e attualità, infatti potete trovarla qua e là in giro per il web con articoli impegnati o approfondimenti culturali. Di tanto in tanto pubblica libri horror, tanto per rilassarsi. La sua vera passione, però, è il cibo, infatti le piace tantissimo mangiare oltre che cucinare, e il mondo che ruota attorno alle dinamiche sociali che si instaurano quando qualcuno mangia bene e in compagnia. Vive a Roma e scrive quando i suoi due gatti le lasciano il posto, scendendo dalla tastiera.